Le verità di Michele Misseri.

In questi giorni da indiscrezioni si è saputo che prima di Natale Michele Misseri, ha scritto due lettere dal carcere alla figlia Sabrina scusandosi di averla accusata, però ha scritto che lo ha dovuto fare perchè pressato dagli inquirenti e dal suo avvocato. Mi dispiace dirlo ma questa tragedia sta assumendo un aspetto da commedia pirandelliana, prima il ritrovamento del telefonino di Sara, poi la confessione e il ritrovamento del corpo, poi la ritrattazione e l”accusa alla figlia Sabrina, adesso le due lettere nelle quali cambia di nuovo versione. Le potremmo chiamare le verità di Misseri, per quante sono, però gli inquirenti si basano su certezze e non su deliri, su testimonianze, su orari. Misseri secondo me ha paura delle sue donne di tutte e tre, del matriarcato che si è creato in casa sua, dove a lui veniva data poca considerazione, ma veniva usato solo per fare i lavori più faticosi e nel caso dell”omicidio della piccola Sara nell”occultamento del corpo. Non mi sento di accusare nessuno ma Misseri è stato più una vittima che un carnefice, la verità va cercata intorno alle sue donne Sabrina e la madre Cosima, non Valentina perchè nel giorno del delitto era a Roma, loro hanno secondo me in qualche modo  provocato la morte della piccola Sara, non Cosima direttamente, però Sabrina credo di si, nelle sue versioni molte cose non coincidono con le testimonianze e il movente è la gelosia, per quella ragazzina che lei aveva plasmato e che le stava togliendo le attenzioni del ragazzo sul quale aveva fatto un bel pensierino, anche se lui dice che considerava entrambe solo delle amiche. Ma gli uomini non si accorgono mai dei giochi sottili che si consumano fra le donne fatti di gelosie, ripicche, intrighi, per accapararsi anche un piccolo sguardo, un sorriso dell”amato, gli uomini non hanno e non avranno mai questo sesto senso che invece il genere femminile possiede, non guardano oltre il loro naso e non immaginano quali siano le trame delle donne per conquistare un uomo.

Questa voce è stata pubblicata in attualità, new, news, pensieri, televisione. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le verità di Michele Misseri.

  1. Elisa ha detto:

    Pienamente d’accordo con te.
    Michele è un pover’uomo, semi-analfabeta, psicologicamente fragile e sottomesso da sempre. Però è buono, chi ha un minimo di intelligenza ormai l’ha capito. All’inizio ha voluto accollarsi la colpa per difendere la figlia che evidentemente ama moltissimo, poi però si è stufato di fare la parte del “cattivo”, e aiutato da psicologi e investigatori, ha cominciato a raccontare pezzi di verità. Non è giusto che un uomo come lui sia messo alla berlina e debba pagare per colpe che non ha commesso.
    L’opinione pubblica dovrà ricredersi.
    Chi si ostina a chiamarlo “mostro” (senza peraltro avere prove concrete) è di solito un buonista privo di immaginazione.

    • scarlett41 ha detto:

      ma secondo me le streghe sono proprio la moglie e la figlia, la prima perchè gelosa di Sarah, la seconda perchè complice e lui invece vittima e uomo di fatica di casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...